Soggiorno: Misure, standard e proporzioni per non sbagliare

Nei piccoli come nei grandi appartamenti il soggiorno rappresenta la zona della casa destinata all’accoglienza degli ospiti, per questo motivo gli viene riservato il locale più ampio e con la miglior esposizione verso l’esterno.Per avere un interno funzionale è importante lasciare la giusta distanza tra i vari mobili. Ecco alcuni utili consigli da tener presenti quando si progetta un soggiorno.

Oggetti e arredi di valore trovano qui il luogo prediletto dove essere mostrati e l’illuminazione aiuta a valorizzarli. E’ preferibile optare per più sorgenti luminose (poche ma di grandi dimensioni) a differenti altezze, così da soddisfare i diversi utilizzi nell’arco della giornata.

Generalmente in un soggiorno devono trovare posto divani e poltrone, e a volte anche un tavolo da pranzocon le sedie. Per avere un interno funzionale è importante lasciare la giusta distanza tra i vari mobili, in modo da riuscire a passare senza impedimenti e avere tutti gli appoggi a portata di braccio.

Ecco quindi alcune utili linee guida da tener presenti quando si progetta un soggiorno.

  • Un divano non dovrebbe occupare più di 2/3 della parete a cui sta davanti. Se si sceglie un divano troppo ingombrante si rischia di dare l’impressione di un ambiente angusto e troppo pieno di mobili;
  • anche il tavolino da salotto non dovrebbe superare i 2/3 della lunghezza totale del divano. Se il divano è molto lungo, per evitare inutili ingombri, meglio optare per due tavolini più piccoli oppure per un tavolino a scomparsa;
  • un tavolino da salotto generalmente è alto 40 cm. Fra il bordo del divano e quello del tavolino dovrebbero esserci almeno 30-40 cm, così da riuscire a sedersi senza problemi. Questa distanza, inoltre, consente di avere il tavolo abbastanza vicino per appoggiarci un giornale, il cellulare. o una tazza senza essere costretti al alzarsi o allungarsi troppo;

  • per passare agilmente tra gli arredi è necessario uno passaggio di almeno 60 cm. Mai scendere sotto i 50 cm;
  • poizionare i mobili in modo da potersi vedere e sentire da seduti. Considerare un ingombro di circa 2,5-3 metri. Stando più lontano di così la conversazione potrebbe risultare difficile, ma potrebbe essere scomodo anche trovarsi molto vicini;
  • un poggiapiedi o un pouf non dovrebbero mai essere più alti del divano, anni dovrebbero essere appena più bassi per avere un buon equilibrio e per riuscire ad appoggiare comodamente i piedi;
  • una libreria dovrebbe avere una profondità di almeno 30 cm per contenere libri di grandezza standard, meglio 40 se devono starci riviste e libri d’arte. se si ha poco spazio si può optare per una larghezza di 15-20 cm, dove si potrà posare libri tascabili (che generalmente non misurano più di 11 cm) e suppellettili;
  • Le misure dei divani e delle poltrone variano a seconda del modello, ma generalmente si calcolano 60 centimetri di larghezza per ogni posto a sedere.
0 commenti

Scrivi un commento