Japandi, le nuove tendenze dell’interior design 2021

Sintesi perfetta tra lo stile giapponese e lo scandi, è la tendenza di arredo del momento, con le sue linee semplici e rigorose, il japandi è uno stile che racchiude in se il minimalismo giapponese (Jap) e la funzionale essenzialità del design scandivano (scandi)

Stile Japandi

Giappone e Scandinavia saranno anche lontanissimi tra loro ma, in termini di design, hanno molti aspetti comuni. Sono, tuttavia, le differenze tra i due stili che rendono la combinazione così intrigante, grazie ai contrasti tra lo stile giapponese, molto elegante e a volte freddo, e quello scandinavo, austero e “nordicamente” domestico. Differenze visibili anche nelle palette cromatiche: se gli interni scandinavi tendono ad essere neutri, i colori giapponesi sono molto più vivaci.

Quello che rende il Japandi la nuova frontiera del minimalismo sono le linee semplici e rigorose, l’attenzione ai processi artigianali e l’eccellenza nella lavorazione dei materiali, così da rendere gli interni rilassanti, essenziali, con un ordine tipico delle abitazioni orientali, in cui l’ampio uso del legno, delle nuance con accostamenti raffinati fatti di blu, grigi e verdi abbinati a strutture naturali con spigoli vivi e giochi di contrasto tra i legni scuri e chiari, trasformano l’essenzialità e l’ordine, da stile di pensiero, in stile di vita.

Il Japandi è anche una presa di posizione per un abitare più sostenibile, una critica verso il design usa e getta, una risposta al consumo dilagante di arredi poco costosi e mal progettati. Il suo ambizioso obiettivo è quello di rappresentare uno stile senza tempo con soluzioni, funzionali ed estetiche, che durino nel tempo.


Tra i pezzi che l’hanno reso celebre un posto d’onore spetta all’iconica Bamboo Basket Chair, seduta disegnata negli anni ’50 da Isamu Noguchi e Isamu Kenmochi.

giappone e Scandinavia si incontrano nella Dream Chair (2013). una poltrona-scultura disegnata dall’architetto Tadao Ando. Un grande “classico” in stile Japandi. © Photo courtesy: Carl Hansen & Søn


Le tonalità per creare un ambiente in stile Japandi sono le sfumature di blu, verde o smeraldo, abbinati a colori neutri come taupe, avorio, grigio, ocra, bianco. Ovvero tutte le palette che valorizzano i materiali naturali e il legno.


Tra i requisiti che uniscono il design giapponese e quello scandinavo c’è poi l’attenzione per la sostenibilità e il benessere, otre a un richiamo alla natura con la costante presenza di raffinate piante da interno.


Per valorizzare un angolo in stile japandi sono perfetti i materiali e le texture naturali che donano a questi ambienti un fascino senza tempo.


0 commenti

Scrivi un commento